top of page

Materiali naturali: sfruttamento delle risorse vs. coltivazione da scarti.


Nel mondo dei materiali naturali, esiste una distinzione fondamentale tra i prodotti ottenuti attraverso lo sfruttamento delle risorse naturali e quelli derivati dalla coltivazione di scarti. Questa differenza è cruciale per comprendere l’impatto ambientale del micelio e la sostenibilità di questi materiali.

Sfruttamento delle risorse naturali: Il caso del sughero e del lattice

Il sughero e il lattice sono esempi di materiali naturali che richiedono l’estrazione da una pianta viva. Il sughero viene estratto dalla corteccia della quercia da sughero, un processo che può essere fatto senza danneggiare l’albero. Tuttavia, la corteccia impiega circa 9 anni per rigenerarsi completamente, limitando la frequenza di raccolta.

Il lattice, d’altro canto, è un liquido bianco latteo prodotto da varie piante, ma la maggior parte del lattice naturale proviene dall’albero della gomma. Anche in questo caso, l’estrazione non danneggia l’albero, ma la produzione è limitata dalla capacità dell’albero di produrre lattice.

Coltivazione da scarti: Il caso del micelio

A differenza del sughero e del lattice, il micelio è un esempio di materiale naturale che può essere coltivato ad hoc su prodotti di scarto. Il micelio è la parte vegetativa dei funghi, costituita da una rete di filamenti chiamati ife. Può essere coltivato su una varietà di substrati a base di scarti, come segatura, pula di riso o caffè macinato.

La coltivazione del micelio non richiede l’abbattimento o l’estrazione da alberi viventi, rendendolo una risorsa rinnovabile che non depaupera le risorse naturali. Inoltre, il micelio può essere coltivato in condizioni controllate, riducendo ulteriormente il suo impatto ambientale.

L’impatto dell’uso del suolo

Un aspetto importante da considerare è l’uso del suolo. Le foreste vengono spesso abbattute per fare spazio alla coltivazione di piante da cui si estraggono materiali come il sughero e il lattice. Questo non solo riduce la disponibilità di suolo per le coltivazioni tradizionali, ma contribuisce anche alla deforestazione ed alla perdita di biodiversità.

Inoltre, la produzione per singola pianta di queste risorse è spesso bassa, il che significa che sono necessarie grandi quantità di suolo per produrre quantità significative di questi materiali.

Mentre il sughero e il lattice sono materiali naturali preziosi, il loro metodo di produzione può avere un impatto significativo sulle risorse naturali e sull’uso del suolo. Al contrario, materiali come il micelio di L-ife offre un’alternativa sostenibile che non solo riduce l’impatto ambientale, ma offre anche nuove opportunità per il riciclo dei rifiuti. È fondamentale considerare questi fattori quando si sceglie tra diversi materiali naturali. L-ife ha scelto di utilizzare il micelio come prodotto completamente naturale e compostabile utile per l'uomo e che soprattutto non necessità di suolo utile coltivabile per la sua produzione.

Kommentare


bottom of page